Programma di trasformazione DaziT

L’essenziale in breve

Grazie al programma DaziT, entro il 2026 verranno semplificati, ottimizzati e digitalizzati tutti i processi doganali, di riscossione dei tributi e di controllo. La trasformazione digitale dell’Amministrazione federale delle dogane (AFD) verso l’Ufficio federale della dogana e della sicurezza dei confini (UDSC) riguarda l’intera organizzazione: struttura e cultura, processi e basi legali, strumenti di lavoro e infrastruttura, formazione e perfezionamento ecc.

DaziT rafforza la sicurezza al confine a favore della popolazione, dell’economia e della Svizzera.


Situazione iniziale

Ogni giorno circa 2 100 000 persone, 1 100 000 veicoli e 24 000 autocarri attraversano il confine svizzero. I lavori amministrativi impegnano risorse importanti dell’AFD. Tali risorse sono urgentemente necessarie per rafforzare i controlli e affrontare meglio situazioni straordinarie.

Obiettivi del programma

La semplificazione, la digitalizzazione e l’automatizzazione dei processi sgravano l’economia e rafforzano la presenza operativa della dogana in loco. Le risorse di personale che si liberano in ambito amministrativo possono essere maggiormente impiegate per controlli orientati ai rischi, incrementando di conseguenza la sicurezza della Svizzera.

All’interno dell’AFD DaziT porterà a processi più snelli ed efficienti. Oltre alle nuove applicazioni informatiche, anche i processi lavorativi, gli strumenti di lavoro e l’infrastruttura verranno orientati a una maggiore mobilità, flessibilità ed efficacia. Uno dei punti centrali del futuro UDSC è la fusione delle attuali professioni di «specialista doganale» e «guardia di confine» nel nuovo profilo professionale uniforme di «specialista dogana e sicurezza dei confini».

Stato dei lavori

Malgrado la pandemia di coronavirus, la trasformazione digitale dell’AFD verso l’UDSC procede secondo i piani. Grazie alle misure già attuate, l’AFD è stata in grado di reagire in modo rapido, flessibile ed efficace alla situazione straordinaria.

Nuove app semplificano l’imposizione delle merci nel traffico turistico (QuickZoll), i controlli in loco da parte dell’AFD (AFV) nonché il versamento della tassa forfettaria sul traffico pesante in maniera mobile (Via). Nel 2019 l’app Via ha ottenuto il titolo di «Master of Swiss Apps 2019», ovvero il riconoscimento come la migliore app svizzera dell’anno.

I lavori concernenti il nuovo profilo professionale «specialista dogana e sicurezza dei confini» sono in fase avanzata. La nuova formazione inizierà a metà 2021. È in elaborazione una strategia finalizzata al perfezionamento del personale odierno.

Conformemente ai principi strategici e concettuali, sono iniziati i lavori di attuazione negli ambiti immobili, parco veicoli, uniformi ed equipaggiamento. La procedura di consultazione concernente la revisione della legge sulle dogane viene avviata nella seconda metà del 2020. Le strutture regionali dell’AFD sono già state uniformate e ottimizzate a inizio 2020.

Ulteriori informazioni

Contatto
Ultima modifica 10.11.2020

Inizio pagina

04-DaziT_Titelbild_it_web

DaziT: la dogana del domani

La trasformazione digitale della dogana spiegata in 2:44 minuti. Scoprite il nuovo filmato informativo DaziT

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/zoll/dazit.html