Domande e risposte relative alla situazione al confine meridionale

Stato: 17.12.2018

Perché vengono respinti anche i minorenni non accompagnati e le persone con parenti in Svizzera?

I migranti che vogliono entrare in Svizzera o semplicemente attraversarla (transito) e che non adempiono le condizioni d’entrata secondo l’articolo 5 della legge federale sugli stranieri e la loro integrazione (LStrI) vengono sistematicamente riconsegnati all’Italia dall’Amministrazione federale delle dogane (AFD) sulla base dell’accordo di riammissione in vigore dal 2000. Le persone che cercano asilo o protezione ai sensi dell’articolo 18 della legge sull’asilo (LAsi) vengono consegnate, secondo le istruzioni vigenti, alla Segreteria di Stato della migrazione (SEM) o al centro di registrazione e di procedura della SEM. Tale regola vale anche per le persone con parenti in Svizzera e per i minorenni. Il ricongiungimento familiare è di competenza della SEM.

Quali regole si applicano ai minorenni?

I migranti minorenni necessitano di una protezione particolare. L’AFD è consapevole di tale responsabilità e la assume. Pertanto, fino alla consegna a un’altra autorità, i minorenni sono sempre accompagnati e seguiti nonché sotto la vigilanza del Corpo delle guardie di confine (CGCF). Le persone degne di particolare protezione (persone vulnerabili) ricevono un’assistenza particolare; i bisogni e le possibilità vengono accertati con grande attenzione e si adottano i provvedimenti necessari.

Quanto tempo ci vuole fino alla riconsegna?

Se possibile, le riconsegne avvengono il giorno dell’arrivo. Se invece non è più possibile a causa dell’orario, i migranti vengono riconsegnati il giorno successivo.

Le persone che vogliono presentare una domanda d’asilo vengono respinte al confine?

Le persone che cercano asilo o protezione ai sensi dell’articolo 18 LAsi vengono consegnate, secondo le istruzioni vigenti, al centro di registrazione e procedura della SEM.

Cosa succede se un migrante, che asserisce di voler soltanto attraversare la Svizzera, in caso di nuovo fermo presenta una domanda d’asilo?

Se una persona viene fermata più volte, si effettua un riesame della situazione. In ogni caso occorre considerare la nuova situazione, il colloquio successivo nonché eventuali nuovi elementi. Sulla base di questo esame viene presa una decisione.

In quali casi i soggiornanti illegali vengono consegnati alla polizia?

Ciò avviene nei casi in cui il migrante è segnalato per l’arresto o ha commesso un reato, come ad esempio il fatto di avere con sé documenti falsificati.

Il confine meridionale della Svizzera è chiuso?

No, il confine meridionale della Svizzera non è chiuso. I soggiornanti illegali che non presentano domanda d’asilo vengono riconsegnati già dal 2000 sulla base dell’accordo di riammissione con l’Italia. I controlli nei treni vengono effettuati in funzione dei rischi e della situazione. I controlli sistematici al confine sono vietati conformemente al Codice frontiere Schengen.

Giungono più migranti in Svizzera attraverso il confine verde?

No, la maggior parte dei migranti continua ad arrivare con il treno. Tuttavia il CGCF controlla in tutti i generi di traffico e può reagire rapidamente in caso di cambiamenti nelle rotte dei migranti.

In che modo la Svizzera impedisce i passaggi illegali del confine?

L’AFD procede in funzione dei rischi e della situazione e cura uno scambio di informazioni permanente con tutti i partner importanti in Svizzera e all’estero. Per motivi di tattica d’impiego non è possibile fornire indicazioni dettagliate sul modo di procedere dell’AFD.

Come procede la collaborazione con le autorità italiane?

La collaborazione con le autorità italiane è buona: vengono costantemente organizzati incontri per ottimizzare nel dettaglio le procedure.

Indietro

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/themen/zoll/info-suedgrenze/qa-suedgrenze.html