Scambio automatico di informazioni

30.04.2018 - Attraverso lo standard globale per lo scambio automatico di informazioni finanziarie a fini fiscali si intende impedire l’evasione fiscale transfrontaliera. Finora oltre 100 Paesi, tra cui la Svizzera, si sono dichiarati favorevoli all’introduzione dello standard globale in materia di trasparenza fiscale. Il segreto bancario svizzero non è toccato dallo scambio automatico di informazioni.

Le basi giuridiche necessarie per l’introduzione dello scambio automatico di informazioni sono entrate in vigore il 1° gennaio 2017. Fino a tale data lo scambio è stato attivato con 38 Stati e territori. Da allora gli istituti finanziari svizzeri oggetto di comunicazione raccolgono le informazioni relative ai conti di persone fiscalmente residenti in questi Stati partner. I dati saranno scambiati per la prima volta nell’autunno 2018. A dicembre 2017 il Parlamento ha approvato i decreti federali che introducono lo scambio automatico di informazioni con altri Stati partner dal 2018/2019. Di conseguenza, dal 1° gennaio 2018 gli istituti finanziari svizzeri potranno raccogliere informazioni relative ai conti di ulteriori 38 Stati partner (compresi Hong Kong e Singapore) che saranno scambiate per la prima volta nell’autunno 2019.

Il grafico descrive il flusso di informazioni tra le autorità di due Paesi. So-no inoltre elencate le informazioni che vengono scambiate

Scheda informativa

Ulteriori informazioni

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/themen/wirtschaft--waehrung--finanzplatz/finanzmarktpolitik/scambio-automatico-di-informazioni.html