Impegno della Svizzera in organismi internazionali che si occupano di fiscalità

Stato gennaio 2019

L’essenziale in breve

La Svizzera collabora intensamente in ambito fiscale con altri Stati. Tale cooperazione si basa su standard internazionali alla cui elaborazione e sviluppo la Svizzera partecipa attivamente. La sorveglianza dell’attuazione degli standard dell’OCSE, in particolare per quanto riguarda lo scambio di informazioni in materia fiscale, deve rispettare criteri equi e trasparenti. L’attuazione degli standard deve pertanto avvenire in un contesto in cui valgano le stesse condizioni per tutti i partecipanti.


Collaborazione della Svizzera in seno agli organismi internazionali

Il numero e la complessità dei temi fiscali con implicazioni internazionali è in costante aumento. Dato che è fortemente interessata a cooperare con altri Stati in ambito fiscale, la Svizzera partecipa ai lavori di diversi organismi internazionali.

OCSE

Il nostro Paese è membro fondatore dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE), istituita nel 1961. Sin da allora coopera strettamente con i suoi Stati membri. In quanto membro dell’OCSE, la Svizzera è anche rappresentata nel Comitato degli affari fiscali. Il Comitato è l’organo direttivo dell’OCSE per quanto concerne lo sviluppo di standard internazionali per le questioni fiscali. Esso ha approvato il modello di Convenzione dell’OCSE che funge da base per oltre 3000 convenzioni bilaterali per evitare la doppia imposizione. Nel quadro del progetto dell’OCSE e del G20 per contrastare l’erosione della base imponibile e il trasferimento degli utili («Base erosion and profit shifting», BEPS), l’«Inclusive Framework on BEPS», creato nel 2016 (attualmente comprende più di 120 Stati e territori), controlla l’attuazione dei risultati del progetto BEPS e in particolare gli standard minimi che ne derivano.

La Svizzera è anche rappresentata in diversi gruppi di lavoro del Comitato da alcuni collabora-tori della Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI) e dell’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) e partecipa anche al «Forum sulle pratiche fiscali dannose» e al «Forum sull’amministrazione fiscale (FTA)».

Global Forum on Transparency and Exchange of Information for Tax Purposes

Dal settembre 2009 la Svizzera fa parte del «Global Forum on Transparency and Exchange of Information for Tax Purposes» ed è rappresentata anche nel suo comitato direttivo e nel gruppo «Peer Review». Il forum è competente per la verifica degli standard internazionali sulla trasparenza e sullo scambio d’informazioni in materia fiscale.

Intra-European Organisation of Tax Administration

Dal 2006 la Svizzera è anche membro a pieno titolo dell’«Intra-European Organisation of Tax Administrations» (IOTA), che promuove la collaborazione delle autorità fiscali degli Stati europei ed elabora le cosiddette «best practices».Consiglio economico e sociale dell’ONU

Anche nell’ambito della «Commissione di esperti per la cooperazione internazionale in materia fiscale», comitato ad hoc del Consiglio economico e sociale (ECOSOC) dell’ONU, la Svizzera discute di questioni fiscali internazionali con altri Stati. La Commissione si occupa di do-mande concernenti il diritto fiscale internazionale e si adopera per conciliare gli interessi degli Stati industrializzati, emergenti e in sviluppo.

International Fiscal Association

Significativo è anche l’impegno della Svizzera in seno all’«International Fiscal Association (IFA)». L’IFA è un foro di discussione per specialisti che si occupano di questioni fiscali inter-nazionali.

International VAT Association

In ambito di IVA la Svizzera partecipa alla conferenza dell’International VAT Association. Quest’ultima, al pari dell’IFA, funge da foro di discussione per specialisti che si occupano di questioni internazionali inerenti all’imposta sulla cifra d’affari.

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/themen/steuern/steuern-international/impegno-della-svizzera-in-organismi-internazionali-che-si-occupa/fb-schweizer_engagement_steuerfragen.html