Applicazione in Svizzera dell’imposta minima prevista dall’OCSE

L’essenziale in breve

Il Consiglio federale ha deciso di attuare, con una modifica costituzionale, l’imposta minima concordata dall’OCSE e dagli Stati del G20 per determinate imprese.


Nell’ottobre 2021 l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE) ha pubblicato i principi della futura imposizione delle grandi imprese attive a livello internazionale. 137 Paesi hanno concordato un’aliquota minima del 15 per cento per le imprese attive a livello internazionale che registrano una cifra d’affari annua di almeno 750 miliardi di euro.

Il Consiglio federale ha deciso di attuare, con una modifica costituzionale, l’imposta minima concordata dall’OCSE e dagli Stati del G20 per determinate imprese. In base a questa modifica, un’ordinanza temporanea garantirà che l’imposta minima entri in vigore il 1° gennaio 2024. La legge verrà emanata successivamente per via ordinaria.

Documentazione

Scheda informativa: Applicazione in Svizzera dell’imposta minima prevista dall’OCSE (PDF, 290 kB, 13.01.2022)Contenuto e stato di avanzamento del progetto elaborato dall’OCSE e dal G20

Dossier correlato

Conferenza stampa

Contatto
Ultima modifica 21.09.2022

Inizio pagina

Servizio competente per l'applicazione nazionale

Amministrazione federale delle contribuzioni AFC

Servizio competente per le questioni internazionali

Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/steuern/steuern-international/umsetzung-oecd-mindeststeuer.html