Ottimizzare l'efficacia del freno all'indebitamento attraverso una norma com-plementare

Berna, 08.12.2006 - Secondo il parere del Consiglio federale per conseguire una stabilizzazione del debito della Confederazione, bisogna eliminare anche le cause della crescita del debito esterne al conto di finanziamento. Per questo motivo il Governo intende esaminare nuove possibilità volte a tenere sotto controllo anche queste cause. In data odierna esso ha pertanto proposto di accogliere un postulato del Gruppo liberale-radicale. In primo piano vi sono le questioni del finanziamento di uscite straordinarie e la garanzia della restituzione dei mutui di tesoreria.

Grazie al freno all'indebitamento e a due programmi di sgravio è stato possibile pareggiare i conti, stabilizzando in tal modo a breve termine le finanze federali. I deficit del conto di finanziamento sono stati eliminati e di conseguenza è stata arrestata la crescita del debito. Tuttavia, in considerazione soprattutto delle uscite straordinarie, il debito continua ad aumentare. Dall'introduzione del freno all'indebitamento si è registrato un aumento di otto miliardi di franchi. Al fine di garantire in modo durevole l'effetto positivo del freno all'indebitamento, secondo quanto chiesto nel postulato del 21 settembre 2006 del Gruppo liberale-radicale del Consiglio nazionale è necessaria una norma istituzionale complementare. Il Consiglio federale condivide l'indirizzo del postulato.  


Indirizzo cui rivolgere domande

Alain Geier, Amministrazione federale delle finanze, tel. 031 322 62 39



Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/dokumentation/nsb-news_list.msg-id-9067.html