La Svizzera e il Regno Unito auspicano una più stretta collaborazione in materia di servizi finanziari

Berna, 30.06.2020 - In data odierna il ministro delle finanze svizzero Ueli Maurer e il suo omologo britannico, il cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak, si sono riuniti in videoconferenza per firmare una dichiarazione congiunta volta ad approfondire la futura collaborazione tra i due Paesi in materia di servizi finanziari. Inoltre, i due ministri hanno scambiato opinioni sugli effetti della pandemia da coronavirus per la situazione economica e i mercati finanziari nonché sulla concessione di aiuti transitori nazionali a favore dell’economia.

Con la dichiarazione congiunta firmata dal consigliere federale Ueli Maurer e dal cancelliere dello Scacchiere britannico Rishi Sunak i due Paesi sottolineano l’intenzione comune di stipulare un accordo per consentire l’accesso al mercato transfrontaliero per un’ampia gamma di servizi finanziari nei settori delle assicurazioni, delle banche, dell’«asset management» e dell’infrastruttura del mercato dei capitali. Questo accordo permetterebbe alla Svizzera e al Regno Unito di ribadire il loro impegno a favore dell’apertura dei mercati finanziari e della stabilità finanziaria internazionale nonché di consolidare la loro posizione in Europa come principali centri finanziari a livello globale. Inoltre i due Paesi intendono approfondire in futuro la loro già affermata collaborazione negli organismi finanziari internazionali come le istituzioni di Bretton Woods.

L’accordo auspicato tra la Svizzera e il Regno Unito si fonderà sul principio del mutuo riconoscimento sia del quadro di vigilanza sia della regolamentazione applicabile in materia di mercati finanziari. A tal fine entrambe le Parti si impegnano a tutelare investitori e consumatori nonché a garantire l’integrità dei mercati e la stabilità finanziaria nel rispetto dei più elevati standard di regolamentazione. Il futuro accordo potrebbe, tra l’altro, servire da modello per una possibile forma di collaborazione internazionale nell’ambito della fornitura di servizi finanziari. Questi lavori si inseriscono nella strategia «Mind the gap», con la quale la Svizzera intende salvaguardare e intensificare l’attuale rapporto con il Regno Unito anche dopo la sua uscita dall’UE.

Inoltre, i due ministri delle finanze hanno scambiato opinioni sulla situazione concernente l’equivalenza borsistica e sulla misura di protezione dell’infrastruttura delle borse svizzere, avanzando la possibilità di consentire l’accesso reciproco alle borse svizzere e britanniche in base al principio del mutuo riconoscimento non appena, scaduto il periodo transitorio tra Regno Unito e UE, i due Paesi avranno attuato le misure necessarie a tale scopo.

In occasione del prossimo dialogo finanziario tra la Svizzera e il Regno Unito, previsto nell’autunno 2020, le Parti discuteranno dell’attuazione degli obiettivi fissati nella dichiarazione congiunta. Alla fine del 2020 sarà stilato un bilancio intermedio.

A causa delle disposizioni di sicurezza ancora in vigore dovute all’emergenza sanitaria, l’incontro tra i due ministri si è svolto in videoconferenza a Berna e Londra. Gli altri temi trattati riguardavano le ripercussioni della pandemia sulla situazione economica e sui mercati finanziari nonché la concessione di aiuti transitori nazionali a favore dell’economia.


Indirizzo cui rivolgere domande

Peter Minder, capo Comunicazione DFF
Tel. +41 (0)58 462 63 01,
peter.minder@gs-efd.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali
http://www.sif.admin.ch

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/dokumentation/nsb-news_list.msg-id-79678.html