Al vertice dei ministri delle finanze del G20 il consigliere federale Ueli Maurer chiede maggiore concentrazione sugli sviluppi digitali nel settore finanziario

Berna, 22.07.2018 - Al terzo vertice dei ministri delle finanze del G20 di quest’anno, tenutosi a Buenos Aires, il consigliere federale Ueli Maurer ha sottolineato la posizione della Svizzera in merito alle criptovalute. La Svizzera appoggia inoltre la richiesta di mercati aperti per beni e prestazioni di servizi e, nell’ambito dell’imposizione dell’economia digitale, intende esaminare attentamente la situazione iniziale con l’obiettivo di creare uno standard applicabile a livello internazionale.

Per la terza volta quest’anno, il ministro delle finanze Ueli Maurer ha partecipato a un vertice dei ministri delle finanze del G20. In questa occasione egli ha posto l’accento sulla digitalizzazione. Proprio nel settore finanziario è fondamentale definire le necessarie condizioni quadro per l’innovazione e porre nel contempo elevati standard all’integrità dei mercati.

In ambito di criptovalute è riconosciuto che la tecnologia di registro distribuito (DLT o «blockchain») dispone di un grande potenziale anche per i servizi finanziari. Nell’intervento di fronte ai suoi omologhi, Ueli Maurer ha pure sottolineato l’importanza degli approcci tecnologicamente neutrali nel regolamentare il settore della tecnofinanza, in generale, e della DLT, in particolare.

L’integrità del mercato finanziario deve inoltre essere garantita facendo in modo che la legislazione in materia di lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo si applichi pienamente anche alle criptovalute, come in Svizzera. Secondo il consigliere federale Ueli Maurer, al Gruppo d’azione finanziaria internazionale per la lotta contro il riciclaggio di denaro (GAFI) spetta ora l’importante compito di chiarire quanto prima gli standard applicabili in tale ambito.

L’economia digitale dovrebbe essere tassata nel luogo in cui viene creato il valore aggiunto

 

La Svizzera intende applicare il principio di riscossione delle imposte nel luogo in cui viene generato il valore aggiunto anche ai servizi digitali. Solo un approccio unitario a livello internazionale crea affidabilità per le imprese ed evita le doppie imposizioni. La Svizzera condivide la posizione secondo cui una discussione sostanziale dovrebbe sfociare in un rapporto dell’OCSE entro la fine del 2019.

La Svizzera è un partner sempre più importante nel G20

Su invito dell’Argentina, quest’anno la Svizzera partecipa già per la terza volta consecutiva e per la quarta volta dal 2008 al cosiddetto «Finance Track» del G20. In occasione di un incontro bilaterale con il ministro delle finanze argentino Nicolàs Dujovne, il consigliere federale Ueli Maurer ha ringraziato per l’agenda di quest’anno, particolarmente ponderata e orientata al futuro.

Il consigliere federale Ueli Maurer ha inoltre sottolineato che la Svizzera appoggia pienamente gli sforzi di riforma dell’attuale Governo argentino.

Il prossimo vertice dei ministri delle finanze del G20 si terrà in ottobre a Bali a margine dell’assemblea annuale delle Istituzioni di Bretton Woods.

 


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFF
Tel. +41 58 462 60 33
E-Mail: info@gs-efd.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali
http://www.sif.admin.ch

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/dokumentation/nsb-news_list.msg-id-71668.html