Il Consiglio federale licenzia una modifica dell’ordinanza sulla liquidità delle banche

Berna, 22.11.2017 - Nella sua seduta del 22 novembre 2017, il Consiglio federale ha licenziato una modifica dell’ordinanza sulla liquidità delle banche. Con l’entrata in vigore delle nuove disposizioni il 1° gennaio 2018, soprattutto gli istituti finanziari piccoli beneficeranno di agevolazioni nell’ambito delle quote di liquidità a breve termine (Liquidity Coverage Ratio, LCR). In compenso, verrà rinviata l’introduzione della quota di finanziamento (Net Stable Funding Ratio, NSFR), inizialmente prevista per il 1° gennaio 2018. Il Consiglio federale si esprimerà nuovamente in merito alla fine del 2018.

Dal 2012 l’ordinanza sulla liquidità delle banche disciplina la gestione e il monitoraggio del rischio di liquidità delle banche. Essa definisce le esigenze qualitative e quantitative applicabili in questo settore e traspone nel diritto svizzero le norme internazionali del Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria (Comitato di Basilea). Dopo l’introduzione nel 2014 della quota di liquidità a breve termine, devono essere ancora attuate le rimanenti prescrizioni del Comitato di Basilea concernenti la quota di finanziamento. In aggiunta alla LCR, finalizzata a rafforzare la resilienza delle banche in caso di crisi di liquidità a breve termine, la NSFR garantisce un finanziamento stabile a lungo termine.

Secondo la tabella di marcia inizialmente prevista dal Comitato di Basilea, le disposizioni concernenti la NSFR avrebbero dovuto entrare in vigore il 1° gennaio 2018. Alla luce dei ritardi nell’introduzione della NSFR sui mercati finanziari dell’Unione europea e degli Stati Uniti, il Consiglio federale ha deciso di posticipare l’integrazione di tale quota nell’ordinanza sulla liquidità delle banche e di pronunciarsi nuovamente sull’ulteriore modo di procedere alla fine del 2018.

La modifica dell’ordinanza si limita pertanto a creare le basi legali necessarie per agevolare soprattutto le banche più piccole in ambito di LCR. In questa occasione verranno effettuati anche lievi adeguamenti alla LCR rivelatisi necessari.


Indirizzo cui rivolgere domande

Anne Césard, Comunicazione, Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI
Tel. +41 58 462 62 91, anne.cesard@sif.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/dokumentation/nsb-news_list.msg-id-68904.html