La Svizzera firma una dichiarazione europea concernente il Governo elettronico

Berna, 06.10.2017 - Nel quadro della conferenza ministeriale sull’eGovernment tenutasi in Estonia il 6 ottobre 2017, il consigliere federale Ueli Maurer ha firmato una dichiarazione congiunta concernente il Governo elettronico («Declaration on eGovernment») elaborata dall’UE e dall’AELS. La dichiarazione è basata su cinque principi fondamentali e deve fungere da guida per l’ulteriore sviluppo del Governo elettronico.

Nel quadro della conferenza ministeriale sull’eGovernment tenutasi a Tallinn il 6 ottobre 2017, i 32 Paesi dell’UE e dell’AELS hanno firmato una dichiarazione congiunta per la promozione del Governo elettronico («Tallinn Declaration on eGovernment») con la quale si intende porre una base comune al fine di incentivare la digitalizzazione dell’amministrazione a livello non soltanto nazionale, ma anche internazionale. Si tratta in particolare di rendere accessibili a tutti e possibilmente in forma digitale i processi relativi ai servizi dell’amministrazione. La dichiarazione prevede anche che i cittadini e le imprese debbano inserire i dati una sola volta attraverso uno strumento sicuro e affidabile. Lo scopo è inoltre quello di rendere i sistemi informatici compatibili a livello nazionale e internazionale. 

Gli obiettivi della dichiarazione sono in linea con le strategie approvate dal Consiglio federale in questo ambito (strategia «Svizzera digitale», Strategia di e-government Svizzera, Strategia nazionale per la protezione sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, Strategia nazionale per la protezione della Svizzera contro i cyber–rischi). Nel quadro dell’imminente rielaborazione della Strategia di e-government Svizzera occorre dunque avvicinarsi maggiormente ai principi della «Tallinn Declaration on eGovernment». Con la firma della dichiarazione da parte del consigliere federale Ueli Maurer, la Svizzera sottolinea l’importanza del Governo elettronico nel nostro Paese e oltre frontiera. Alcuni elementi della dichiarazione toccano anche la collaborazione a livello intercantonale e internazionale come pure il reciproco trasferimento e impiego delle conoscenze specifiche. In tal modo è possibile sfruttare le soluzioni esistenti e affrontare insieme compiti e processi transfrontalieri.

La dichiarazione è stata elaborata dal gruppo di lavoro dell’UE e dell’AELS «E-Government Action Plan Steering Board» in cui, per il tramite dell’Organo direzione informatica della Confederazione (ODIC), è rappresentata anche la Svizzera.

Durante la permanenza a Tallinn il consigliere federale Ueli Maurer ha colto l’occasione per tenere colloqui bilaterali con il ministro delle finanze Toomas Töniste e il ministro dell’imprenditoria Urve Palo.


Indirizzo cui rivolgere domande

Roland Meier, portavoce DFF
Tel. 058 462 60 86, roland.meier@gs-efd.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/dokumentation/nsb-news_list.msg-id-68342.html