Consultazione relativa alla modifica dell’ordinanza sui fondi propri

Berna, 07.04.2017 - Il 7 aprile 2017 il Dipartimento federale delle finanze (DFF) ha avviato una procedura di consultazione relativa alla modifica dell’ordinanza sui fondi propri. La revisione è intesa a introdurre per tutte le banche un indice massimo di leva finanziaria («leverage ratio») non basato sul rischio e nuove norme in materia di ripartizione dei rischi. La consultazione durerà fino al 14 luglio 2017. In questo stesso periodo verrà condotto uno studio approfondito sull’impatto.

La revisione dell’ordinanza sui fondi propri è stata elaborata da un gruppo di lavoro nazionale composto da rappresentanti dell’Amministrazione federale e del settore. Nel 2015 l’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha svolto un primo studio sull’impatto delle modifiche con alcune banche. La revisione implementa due aggiunte allo schema internazionale di regolamentazione di Basilea III.

Indice massimo di leva finanziaria

Oltre alle disposizioni vigenti, la revisione prevede una copertura con fondi propri non differenziata secondo i rischi: i fondi propri di base di tutte le banche devono ammontare almeno al 3 per cento dell’esposizione totale. Quasi tutti gli istituti in Svizzera soddisfano questo requisito ormai da molti anni. Le banche di rilevanza sistemica sottostanno a esigenze più severe già dal 2013.

Ripartizione dei rischi

Le esigenze poste alla copertura con fondi propri sono completate da quelle concernenti la ripartizione dei rischi. I grandi rischi saranno calcolati soltanto in funzione dei fondi propri di base e in linea di principio non saranno più ammesse le posizioni in crediti che superano il 25 per cento di tali fondi. Ciò verrà applicato anche ai Comuni. Altre modifiche riguardano il finanziamento di immobili d’abitazione e per le obbligazioni fondiarie svizzere. 

Studio approfondito sull’impatto e semplificazioni

Lo studio sull’impatto menzionato più sopra ha rivelato le prime conseguenze per il finanziamento di immobili d’abitazione e per le obbligazioni fondiarie svizzere. In concomitanza alla consultazione la FINMA effettuerà un’ulteriore indagine più ampia. Il DFF terrà conto dei risultati per l’adozione dell’ordinanza rivista. Le nuove norme in materia di ripartizione dei rischi dovranno essere formulate in modo proporzionale, in particolare per gli istituti di dimensioni ridotte. La revisione dovrebbe entrare in vigore il 1° gennaio 2018 (indice massimo di leva finanziaria) e il 1° gennaio 2019 (ripartizione dei rischi).


Indirizzo cui rivolgere domande

Frank Wettstein, Comunicazione, Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI
Tel. +41 58 462 38 56, frank.wettstein@sif.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/dokumentation/nsb-news_list.msg-id-66307.html