Avvio della procedura di consultazione concernente l’introduzione dello scambio automatico di informazioni con ulteriori Paesi

Berna, 02.02.2017 - Il 2 febbraio 2017 il Dipartimento federale delle finanze (DFF) ha indetto la consultazione concernente l’introduzione dello scambio automatico di informazioni a fini fiscali con ulteriori Paesi. L’entrata in vigore dello scambio automatico di informazioni è prevista il 1° gennaio 2018, così che un primo scambio di dati potrà avere luogo nel 2019. La consultazione terminerà il 13 aprile 2017.

Il progetto posto in consultazione concerne i seguenti Paesi: Cina, Indonesia, Russia, Arabia Saudita, Liechtenstein, Colombia, Malesia, Emirati Arabi Uniti, Montserrat, Aruba, Curaçao, Belize, Costa Rica, Antigua e Barbuda, Grenada, Saint Kitts e Nevis, Santa Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Isole Cook e Isole Marshall. Per aderire alla rete di Stati partner della Svizzera, questi Paesi dovranno rispettare il principio di specialità e garantire la confidenzialità dei dati forniti.

L’introduzione dello scambio automatico di informazioni con gli Stati e i territori menzionati conferma l’impegno assunto dalla Svizzera a livello internazionale a favore dell’attuazione dello standard globale. Ciò si ripercuote positivamente sull’integrità e sulla competitività della piazza finanziaria svizzera. La grande maggioranza dei paesi che si sono impegnati a praticare lo scambio automatico di informazioni, segnatamente le altre piazze finanziarie internazionali, hanno incluso questi Stati e territori nelle loro liste.

La presente consultazione si svolge in concomitanza della consultazione avviata il 1° dicembre 2016 concernente l’introduzione dello scambio automatico di informazioni con ulteriori Stati e territori a partire dal 2018/2019. Quando le rispettive consultazioni giungeranno a termine i due progetti saranno riuniti in un unico dossier così che   il Parlamento si possa pronunciare su un singolo progetto.

Sul piano giuridico l’attuazione dello scambio automatico di informazioni con gli Stati e i territori sopracitati si fonda sull’Accordo multilaterale tra Autorità Competenti concernente lo scambio automatico di informazioni relative a Conti Finanziari («Multilateral Competent Authority Agreement», Accordo SAI), a sua volta basato sullo standard globale elaborato dall’OCSE.

Nel 2017 la Svizzera ha introdotto lo scambio automatico di informazioni con tutti gli Stati membri dell’UE, compresa Gibilterra, l’Australia, l’Islanda, la Norvegia, il Giappone, il Canada, la Corea del Sud nonché con Jersey, Guernsey e Isola di Man, territori dipendenti dalla Corona Britannica. Per quanto concerne questi 38 Stati e territori il primo scambio di dati avverrà nel 2018.


Indirizzo cui rivolgere domande

Anne Césard, Comunicazione, Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI
Tel. +41 58 462 62 91, anne.cesard@sif.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/dokumentation/nsb-news_list.msg-id-65497.html