La Svizzera firma la dichiarazione congiunta per introdurre lo scambio automatico di informazioni con il Giappone e avvia la relativa procedura di consultazione

Berna, 29.01.2016 - La Svizzera ha firmato una dichiarazione congiunta per l’introduzione del reciproco scambio automatico di informazioni a fini fiscali con il Giappone, un importante partner economico. L’obiettivo della Svizzera e del Giappone è di raccogliere dati secondo lo standard globale per lo scambio automatico di informazioni dal 2017 e scambiarli dal 2018, dopo la creazione delle necessarie basi giuridiche in entrambi i Paesi.

Il Giappone corrisponde al profilo di Stato con cui il Consiglio federale intende introdurre lo scambio automatico di informazioni. In considerazione delle buone relazioni economiche e politiche con la Svizzera, dei programmi di regolarizzazione in materia di denuncia spontanea fiscale, del livello di confidenzialità e di sicurezza dei dati adeguato ad hoc per gli affari fiscali e della discussione concernente l’accesso al mercato nel quadro del dialogo finanziario instaurato, il Giappone adempie i criteri stabiliti dal Consiglio federale nel mandato di negoziazione dell’8 ottobre 2014. La Svizzera ha già firmato con diversi Paesi una dichiarazione congiunta di questo tipo. È inoltre stato concluso un Accordo sullo scambio automatico di informazioni con l’UE.

Da un punto di vista giuridico lo scambio automatico di informazioni viene attuato sulla base dell’Accordo multilaterale tra autorità competenti sullo scambio automatico di informazioni relative a conti finanziari («Multilateral Competent Authority Agreement», MCAA), a sua volta basato sullo standard globale elaborato dall’OCSE. Sinora un centinaio di Stati si sono impegnati a riprendere lo standard e a procedere al primo scambio di informazioni su questa base nel 2017 o nel 2018.

In generale, l’introduzione dello scambio automatico di informazioni con il Giappone, previsto per il 2017 con il primo scambio nel 2018, contribuirà a consolidare la posizione della Svizzera a livello internazionale. Con l’introduzione dello scambio automatico di informazioni con il Giappone la Svizzera può inoltre intensificare la cooperazione fiscale con un importante membro del G20.

Dopo la firma della dichiarazione, il Consiglio federale ha autorizzato il Dipartimento federale delle finanze (DFF) ad avviare una procedura di consultazione concernente l’introduzione dello scambio automatico di informazioni con il Giappone. Il relativo decreto federale verrà in seguito sottoposto per approvazione alle Camere federali.


Indirizzo cui rivolgere domande

Beat Werder, Comunicazione SFI
tel. +41 58 469 79 47, beat.werder@sif.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/dokumentation/nsb-news_list.msg-id-60502.html