Legge sulla Riforma III dell’imposizione delle imprese (12.02.2017)

14.02.2017 - La Riforma III dell’imposizione delle imprese era intesa a eliminare l’imposizione ridotta per le società holding, le società di domicilio e le società miste. Tale imposizione infatti non è più compatibile con gli standard internazionali. Per evitare che la Svizzera perdesse competitività era prevista l’introduzione di misure di sgravio fiscale accettate a livello internazionale. In primo piano figurava la promozione delle innovazioni. Era inoltre intenzione della Confederazione sostenere i Cantoni in vista delle previste riduzioni dell’imposta sull’utile.

Contro la Riforma è stato lanciato un referendum. Gli oppositori temevano elevate perdite del gettito fiscale che la popolazione avrebbe dovuto compensare. Il 12 febbraio 2017 la Riforma è stata respinta da Popolo e Cantoni. Dopo un’analisi approfondita verrà elaborato un nuovo progetto.

Il Popolo ha respinto la RI imprese III con il 59,1 per cento di voti contrari.

Rislultati


Conferenza stampa (12.02.2017)

Documentazione

Scheda informativa

Ulteriori informazioni

Il Consiglio federale è favorevole all’adozione della Riforma III dell’imposizione delle imprese

In occasione della conferenza stampa del 27 ottobre 2016 il consigliere federale Ueli Maurer ha presentato gli argomenti del Consiglio federale a favore della Riforma III dell’imposizione delle imprese. La Riforma garantisce l’attrattiva della piazza economica svizzera.

Conferenza stampa del 27.10.2016
https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/dokumentation/legislazione/votazioni/riforma-iii-dellimposizione-delle-imprese--ri-imprese-iii-.html