«Modifica della legge federale sulle tasse di bollo» (Abolizione della tassa d’emissione)

Un’impresa che intende svilupparsi deve investire. A tal fine, generalmente l’impresa si procura capitale proprio supplementare. Attualmente la Confederazione preleva una cosiddetta tassa d’emissione sull’uno per cento del capitale acquisito se questo è superiore a un milione di franchi.

Il Consiglio federale e il Parlamento intendono abolire la tassa d’emissione. Al fine di rafforzare la crescita economica, le imprese devono potersi procurare nuovo capitale proprio senza pagare imposte su questi fondi.

L’abolizione della tassa d’emissione andrebbe a beneficio, in particolare, delle giovani imprese in forte crescita. Ridurre i costi degli investimenti consentirebbe alle imprese di utilizzare i fondi per svilupparsi. Quest’abolizione crea o garantisce posti di lavoro e genera quindi redditi. In questo modo si rafforza l’attrattiva della piazza svizzera, promuovendo la crescita economica.

La riforma produce minori entrate che la Confederazione è in grado di sostenere e che nel tempo sarebbero compensate dagli impulsi di crescita. Il Consiglio federale e il Parlamento adottano una visione di lungo termine, dal momento che la prevista riforma fiscale dell’OCSE ridurrà il vantaggio competitivo basato su una bassa imposizione dell’utile. L’abolizione della tassa d’emissione permetterebbe di rafforzare in modo mirato altri fattori che concorrono all’attrattività della piazza svizzera, poiché le imprese verrebbero esentate da oneri. In questo modo la Svizzera rimane un Paese fiscalmente interessante.

Contro questo progetto è stato lanciato il referendum. Secondo gli oppositori, sarebbero soprattutto le grandi imprese a beneficiare di questa esenzione.

In occasione della votazione popolare del 13 febbraio 2022 la Modifica della legge federale sulle tasse di bollo è stata respinta in modo chiaro dal 62,7 per cento dei votanti.


Dossier

Video

Le risposte del consigliere federale Ueli Maurer alle cinque domande più importanti in relazione all’abolizione della tassa d’emissione (in tedesco).

Perché il Consiglio federale e il Parlamento intendono abolire la tassa d’emissione?

Chi beneficia dell'abolizione della tassa d'emissione?

L’abolizione della tassa d’emissione non andrebbe soltanto a beneficio delle giovani imprese, ma dell’intera collettività, come spiega nel video il consigliere federale Ueli Maurer. 

Perché l'abolizione della tassa sulle emissioni riduce i rischi per la nostra economia?

Il consigliere federale Ueli Maurer spiega come l’abolizione della tassa d’emissione riduca i rischi per la nostra economia e sgravi le imprese.

Con l'abolizione, la Confederazione guadagnerebbe 250 milioni di franchi in meno. Possiamo permettercelo?

Il consigliere federale Ueli Maurer spiega brevemente perché questa diminuzione iniziale delle entrate è accettabile per la Confederazione.

Quali sarebbero le conseguenze a medio e lungo termine dell'abolizione della tassa sulle emissioni per la piazza economica svizzera?

Sulla base di due esempi, il ministro delle finanze illustra il significato del progetto per la piazza finanziaria Svizzera. Un’abolizione della tassa d’emissione aumenta sia la resistenza alle crisi delle imprese sia l’attrattiva della piazza economica svizzera.

Comunicato stampa

Conferenza stampa

Contatto
Ultima modifica 22.04.2022

Inizio pagina

voteinfo_sidebar_transparent

L'app sulle votazioni della Confederazione e dei Cantoni:

App Store

Google Play

https://www.efd.admin.ch/content/efd/it/home/il-dff/votazioni/abolizione-tassa-emissione.html